Dove è andato a finire il mio tempo?

Parlando con le persone della “gestione del tempo” ho notato come una delle affermazioni fatte più spesso su questo argomento sia: “vorrei avere più tempo per…” ed ognuno ci aggiunge “la famiglia, la lettura, lo sport” e così via. In altri termini, ci manca il tempo per fare le cose che vorremmo.

Cosa fare?

Non posso aggiungerti un’ora al giorno… ma posso darti questo consiglio. Per potere avere più tempo per le cose che vorresti, devi prima di tutto sapere come impieghi adesso il tuo tempo. Sembra una cosa banale, ma in realtà spesso non ci rendiamo veramente conto di dove vanno le nostre ore.

Ti consiglio di iniziare con un piccolo esercizio.

Prendi una parte della tua giornata, ad esempio il mattino (da quando ti svegli a quando inizi il lavoro) oppure la sera (da quando arrivi a casa a quando vai a dormire).

Senza prendere un cronometro, scrivi semplicemente su un foglio tutte le cose che fai in quel periodo di tempo. Poi, tieni con te questo foglio per qualche giorno per verificare che quello che hai scritto sia giusto.

Dopo, fatti queste 3 domande:

  1. Ci sono delle attività che posso eliminare?
  2. Ci sono delle attività che posso chiedere ad altri di fare?
  3. Ci sono delle attività che posso fare contemporaneamente?

Rispondendo a queste domande, potrai “creare” del tempo per cose nuove, per le cose che ti piacerebbe fare.

Se hai trovato utile questo esercizio, condividi la tua esperienza nei commenti.

Photo: http://www.flickr.com/photos/bhermans/

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in pianificazione. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Dove è andato a finire il mio tempo?

  1. Luisa Oreglia ha detto:

    Ottimo articolo Andrea! Quello che hai proposto è un esercizio molto utile che voglio che diventi una mia abitudine! Mi allaccio al tuo post per consigliare a te e ai lettori un buon e-book, che magari già conosci. E’ ZEN TO DONE di Leo Babauta. il suo metodo lo trovo molto semplice ed efficace!
    http://tempodiagire.altervista.org/organizza-meglio-il-tuo-tempo-con-zen-to-done/

    • Andrea Aresca ha detto:

      Grazie per la segnalazione, Luisa! Sì, personalmente conosco questo testo nella sua versione inglese.
      Anche io lo definirei “semplice ed efficace”. Lo ritengo molto consigliabile ai lettori “italiani” che vogliono apprendere buone “abitudini” di gestione del proprio tempo.

  2. Rosario Rizzo ha detto:

    Se non misuri, non gestisci
    Peter Druker

    Ognuno di noi pensa di sapere come impiega il suo tempo, ma in pratica si tratta solo di sensazioni o credenze.
    Rosario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...